Il futuro dei “digital twins”: cosa significheranno per le reti mobili?

L’idea di duplicare la propria mente in una macchina, disaccoppiata dal corpo fisico ha a lungo affascinato gli esseri umani. Conosciamo i gemelli digitali e cosa significano per ottimizzare e automatizzare le reti mobili. Gelernter delinea un futuro in cui i sistemi informatici sono interconnessi a livello globale e osservano in tempo reale il mondo fisico che ci circonda. Le immagini e le rappresentazioni risultanti possono essere presentate all’uomo attraverso un vetro che rispecchia con precisione il mondo reale. Nella sua visione, possiamo anche interagire con le immagini presentate, controllando le cose nel mondo reale attraverso questo specchio. I gemelli digitali sono rappresentazioni software di asset e processi, potenziati con capacità non presenti nell’entità del mondo reale. Ci sono molte definizioni proposte che sottolineano diversi aspetti dei gemelli digitali, e il concetto è ancora in evoluzione. L’architettura di rete basata sui dati è fondamentale per lo sviluppo dell’infrastruttura necessaria per i gemelli digitali. C’è un compromesso tra la complessità, l’accuratezza e le risorse computazionali necessarie per eseguire i modelli. Attualmente sono in corso sforzi di standardizzazione (IETF & ITU-T) per definire le architetture per i gemelli digitali in un contesto di rete. Una volta maturi, costituiranno la base per la creazione di quadri e soluzioni per diversi casi d’uso. Scopri come l’ingegneria intelligente del sito di Ericsson supporta la manutenzione sul campo. Scopri come Advanced Microwave Insights può migliorare le prestazioni delle reti a microonde.

Leggi il documento originale su: The future of digital twins: what will they mean for mobile networks?