Slovenia: vendite all’ingrosso e al dettaglio in calo del 5,7% e 7,9% nel 2020

Il fatturato della vendita di beni in Slovenia è diminuito sia nel commercio all’ingrosso che al dettaglio nel 2020. Ha totalizzato 26,2 miliardi di euro, in calo del 5,7% rispetto al 2019. A causa della minore mobilità della popolazione, le entrate delle vendite di carburante sono diminuite notevolmente, secondo l’Ufficio di statistica.

I commercianti all’ingrosso hanno venduto 13,8 miliardi di euro di merci l’anno scorso, in calo del 3,6% rispetto al 2019, il primo calo su base annua dal 2013. Il fatturato al dettaglio si attesta a 12,4 miliardi di euro, è stato inferiore del 7,9% rispetto a un anno prima. Nel commercio al dettaglio, le vendite di prodotti energetici e carburanti sono diminuite maggiormente, del 39,1%.

Oltre ai bassi prezzi dei carburanti, questo calo è probabilmente dovuto anche alla minore mobilità della popolazione, dicono gli statistici.
Cibo e bevande hanno rappresentato la quota maggiore del reddito al dettaglio nel 2020, dato che il segmento è addirittura aumentato del 3,4% rispetto al 2019. Le autovetture e le attrezzature rimangono il secondo gruppo di prodotti di base nel commercio al dettaglio, anche se il fatturato è diminuito del 12,4%.

Leggi il documento originale su: Wholesale and retail sees 5.7% drop in sales in 2020