COVAX e la Banca mondiale accelereranno la fornitura di vaccini COVID-19 per i paesi in via di sviluppo

COVAX e la Banca Mondiale accelereranno la fornitura di vaccini COVID-19 per i paesi in via di sviluppo attraverso un nuovo meccanismo di finanziamento che si basa sull’accordo di condivisione dei costi. Ciò consente ai paesi di acquistare dosi oltre le dosi completamente sovvenzionate dai donatori.
COVAX sarà ora in grado di effettuare acquisti anticipati dai produttori di vaccini in base alla domanda aggregata tra i paesi, utilizzando i finanziamenti della Banca mondiale e di altre banche di sviluppo multilaterali. I paesi in via di sviluppo partecipanti avranno un numero maggiore di vaccini disponibili e dei programmi di consegna, consentendo loro di garantire le dosi in anticipo e di preparare e implementare i piani di vaccinazione in modo più efficace.
Il nuovo meccanismo ridurrà i rischi e le incertezze nella domanda del paese e nella capacità di finanziamento.

I paesi con progetti di vaccini approvati dalla Banca Mondiale che confermano l’acquisto di dosi aggiuntive tramite COVAX concorderanno con il numero di dosi di un vaccino specifico e le relative finestre di consegna. Ricevuta una richiesta dal Paese, la Banca Mondiale fornirà a COVAX una conferma di pagamento, consentendo a COVAX di effettuare acquisti anticipati di grandi quantità di dosi di vaccino con i produttori a prezzi competitivi. Nell’ambito dell’accordo di condivisione dei costi per i paesi in via di sviluppo (92 paesi a basso e medio reddito), COVAX prevede di rendere disponibili fino a 430 milioni di dosi aggiuntive, o sufficienti per vaccinare completamente 250 milioni di persone, per la consegna tra la fine del 2021 e la metà del 2022.

Leggi il documento originale su: COVAX and World Bank to Accelerate Vaccine Access for Developing Countries