Iniziativa dell’Aeroporto di Bologna per la sostenibilità ambientale

Dal 22 luglio i passeggeri dell’Aeroporto Marconi di Bologna possono compensare la CO2 prodotta dal proprio volo con il sostegno a progetti ambientali attivati in diverse parti del mondo.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la società norvegese CHOOSE, partner di aziende leader del settore viaggi e turismo come Lonely Planet, Bidroom, Wizz Air, Norwegian, Aeroporto di Heathrow e Skyscanner.

E’ un ulteriore passo in avanti dell’Aeroporto di Bologna sui temi della sostenibilità, con particolare attenzione a quella ambientale.

“Come Aeroporto di Bologna – afferma l’ad Nazareno Ventola –portiamo avanti una politica di sviluppo sostenibile che sempre più innerva la nostra strategia di business, lavorando ad iniziative capaci di ridurre il nostro impatto sull’ambiente. E’ noto che l’aviazione commerciale contribuisce per circa il 2% alle emissioni globali di CO2, un impatto inferiore a molti altri settori, ma in ogni caso per noi è importante contribuire alla creazione di un futuro in cui le emissioni siano ridotte e compensate. Già nel 2019, insieme ad altri 200 aeroporti europei, abbiamo sottoscritto l’accordo “Net Zero 2050” per diventare progressivamente un aeroporto “a impatto zero”. Primo aeroporto in Italia, abbiamo ora attivato questo progetto di compensazione della CO2 per aumentare la consapevolezza dei nostri passeggeri sui temi del cambiamento climatico e per offrire loro un’azione concreta, che va ad affiancarsi alle altre già messe in campo dalla nostra società”.

L’iniziativa mette a disposizione dei passeggeri del Marconi una piattaforma online, raggiungibile dal sito internet dell’aeroporto, che consente di calcolare le emissioni di CO2 prodotte per ogni singolo viaggio e di compensarle con un piccolo contributo economico che va a finanziare progetti internazionali di produzione di energia rinnovabile, riduzione della deforestazione e sostegno alle comunità locali.

Questi i 4 progetti identificati dall’Aeroporto di Bologna, con il supporto di CHOOOSE:

-Energia idroelettrica su piccola scala a Guacamaya
-Energia eolica a Los Santos a Cartago in Costa Rica
-Filtri per l’acqua in Cambogia
-Campagna per le stufe in Myanmar

Leggi il documento originale su: AEROPORTO DI BOLOGNA SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE