Elettricità Futura: sinergia tra agricoltura e fotovoltaico per una transizione ecologica ed energetica

Un nuovo paper di Elettricità Futura e Confagricoltura dichiara che la sinergia tra produzione agricola ed energetica genera una lunga serie di benefici, attraverso la possibile creazione di imprese agricole energeticamente indipendenti, la rivitalizzazione delle attività agricole in aree oggi a bassa redditività e a rischio abbandono, nonché di recupero anche a fini energetici di aree abbandonate o attualmente incolte.

Sono molte le misure e le indicazioni proposte in coerenza con i target di sviluppo sostenibile e di decarbonizzazione al 2030, a partire ad esempio, dalla massima diffusione degli impianti fotovoltaici sui tetti degli edifici rurali. L’ulteriore sviluppo del fotovoltaico può rappresentare un elemento di crescita molto importante per il settore agricolo, per l’industria, per i territori e le comunità locali, laddove opportunamente inserito in progetti economici, agro-energetici e di sviluppo più ampi, specifici per i diversi contesti rurali.

L’attuale challenge ora è quella di raggiungere gli obiettivi fissati dal PNRR sull’agro-voltaico, che prevedono a regime una capacità produttiva di oltre 1 GW, con 1,1 miliardi di investimento, ma soprattutto elaborare una strategia che permetta di raggiungere gli obiettivi fissati dal Green Deal al 2030, con un incremento della capacità rinnovabile stimabile in 70 GW, di cui 50 GW costituita da nuovi impianti fotovoltaici.

Leggi il documento originale su: Agricoltura e fotovoltaico insieme per la transizione ecologica ed energetica