Covid-19: rimborso al datore di lavoro per la quarantena del dipendente

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro (CNO) ha chiesto all’INPS di esonerare le aziende e i consulenti stessi dalla variazione dei codici conguaglio tutela malattia ex art. 26 del Decreto Legge n. 18/2020. L’Istituto, in risposta, apre al rimborso degli oneri a carico del datore di lavoro per i dipendenti in quarantena o in permanenza domiciliare fiduciaria, inviando al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali una richiesta di indicazioni per la determinazione di questi oneri che il comma 5, articolo 26, del “Cura Italia” pone a carico dello Stato, in deroga alle disposizioni sulla malattia del lavoratore.

Leggi il documento originale su: Quarantena, da rimborsare oneri a carico del datore di lavoro