USA: 27 mln per 4 progetti sulla tecnologia di immagazzinamento di energia

Il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti (DOE) ha annunciato un finanziamento di 17,9 mln di dollari per quattro progetti di ricerca e sviluppo per aumentare la produzione americana di batterie di flusso e sistemi di stoccaggio a lunga durata. Il DOE ha anche lanciato un nuovo sforzo da 9 mln di dollari, l’Energy Storage for Social Equity Initiative, per assistere ben 15 comunità sottoservite e in prima linea a sfruttare l’immagazzinamento di energia come mezzo per aumentare la resilienza e abbassare gli oneri energetici. Insieme, questo finanziamento aiuterà a fornire i materiali necessari per espandere la rete con nuove fonti di energia pulita, fornire elettricità a prezzi accessibili alle comunità svantaggiate, e aiutare a raggiungere l’obiettivo dell’amministrazione Biden di emissioni nette di carbonio zero entro il 2050.

Lo stoccaggio dell’energia ha il potenziale per accelerare la completa decarbonizzazione della rete elettrica. Mentre lo stoccaggio di breve durata viene attualmente installato per sostenere l’attuale livello di generazione di energia rinnovabile, le tecnologie di stoccaggio di più lunga durata, come le batterie di flusso, sono necessarie man mano che più energie rinnovabili vengono distribuite sulla rete. Uno stoccaggio più economico ed efficiente renderà più facile catturare e immagazzinare l’energia pulita rinnovabile per usarla quando la produzione di energia non è disponibile o è inferiore alla domanda. Per esempio, le fonti rinnovabili generate durante il giorno, come l’energia generata dal sole, possono essere usate di notte o l’energia nucleare generata durante i periodi di bassa domanda può essere usata quando la domanda aumenta.

Leggi il documento originale su: DOE Invests $27 Million in Battery Storage Technology and to Increase Storage Access