Publishing fee: l’Iva non può essere agevolata

Con la risposta n. 701/2021, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che per la publishing fee l’Iva ridotta con aliquota al 4% non è applicabile. Nel caso di specie, si tratta di un editore tedesco con sede in Germania che, oltre alla partita Iva tedesca, ha anche una partita Iva italiana, perché fornisce prestazioni di “Servizi elettronici” nel nostro Paese.

Secondo l’Agenzia delle Entrate, infatti, la tassa di pubblicazione rappresenta il corrispettivo pagato dal committente per ottenere la pubblicazione di articoli su riviste, e pertanto, non può beneficiare dell’aliquota Iva agevolata, come prevede il Dpr n. 633/72.

La misura va applicata solo dietro cessioni di giornali, riviste e prodotti editoriali per favorirne la diffusione incentivando l’acquisto, la produzione e la commercializzazione, mentre in questo caso specifico non avviene nessun acquisto da parte dell’editore.

Leggi il documento originale su: Iva a “prezzo pieno” alle somme incassate per la publishing fee