Una serie di misure internazionali più severe sul commercio transfrontaliero penalizzeranno la Corea

Una serie di misure internazionali più severe sul commercio transfrontaliero e le tariffe in crescita stanno ponendo sfide alle principali società coreane che dipendono fortemente dalle esportazioni. Le misure includono una tassa digitale che sarà attuata dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), il governo degli Stati Uniti richiede per i produttori di chip globali di divulgare informazioni commerciali segrete, il primo piano fiscale dell’Unione europea sulle frontiere del carbonio pone limiti commerciali del Giappone rivolti esclusivamente alla Corea.

Le società interessate includono: Samsung Electronics, SK hynix, POSCO, Hyundai Steel, Hyundai Heavy Industries (HHI) e Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering (DSME). Per quanto riguarda la tassa digitale, Samsung Electronics, insieme a SK hynix, sarà soggetta a una tariffa del 15% da imporre alle imprese multinazionali a partire dal 2023 secondo il regime fiscale dell’OCSE annunciato l’8 ottobre al fine di restituire maggiori profitti realizzati da questi gruppi di imprese ai paesi in cui operano.

Leggi il documento originale su: TOUGHENED MEASURES ON TRADE, TARIFFS CHALLENGE KOREAN FIRMS