Fondo Kyoto mette a disposizione agevolazioni per riqualificare scuole, ospedali e impianti sportivi

Attivato con un decreto interministeriale che ha visto coinvolti il Ministero della Transizione ecologica e quello dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministero dello Sviluppo economico, del Ministero dell’Istruzione e del Ministero dell’Università e della ricerca, il Fondo Kyoto ha come obiettivi i finanziamenti per la riqualificazione energetica di strutture sanitarie, scuole e impianti sportivi pubblici.

Secondo i dati, quasi un quarto dei consumi globali arriva dagli edifici, per gli usi di elettricità e la produzione di calore per il riscaldamento (fonte IEA 2020). Pertanto, è fondamentale intervenire per riqualificare il patrimonio edilizio delle strutture pubbliche.

La misura, per la quale sarà possibile presentare domanda fino al 31 luglio 2022, prevede 200 milioni di euro, di cui 187 disponibili con il nuovo bando.
I finanziamenti, di una durata massima di 20 anni, avranno un tasso fisso agevolato dello 0,25% nominale annuo, mentre l’importo massimo che si può richiedere per singolo edificio è di 2 milioni di euro.

Cassa Depositi e Prestiti si occuperà di gestire l’intero ciclo di vita dei finanziamenti agevolati, per ottenere i quali sarà necessario garantire un miglioramento nel parametro di efficienza energetica dell’edificio di almeno due classi energetiche.

Leggi il documento originale su: Con il “Fondo Kyoto” efficientamento energetico per scuole, ospedali e impianti sportivi