Pnnr e legge di bilancio: le opportunità da cogliere al momento

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha esteso per il 2022 i bonus per gli investimenti delle aziende in progetti industriali 4.0.
Il piano prevede una serie di agevolazioni fiscali, previste sotto forma di credito d’imposta, per gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2022. L’aumento degli investimenti in beni digitali ex Industria 4.0 (ora Transizione 4.0) introdotto nel 2017. Formazione 4.0; Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Design;.

Per quanto riguarda l’acquisto di beni strumentali immateriali, si fa riferimento all’acquisto di software che sono in linea con le specifiche di cui all’allegato B allegato alla legge n. 232 dell’11 dicembre 2016 e richiamato dalla nuova legge sul bilancio. Rimanendo sulla base di Safety at Work and Quality Management, investimenti in: “software, sistemi, piattaforme e applicazioni per il monitoraggio e il controllo delle condizioni di lavoro delle macchine e dei sistemi produttivi”.

Nel 2022, il credito d’imposta per l’acquisto di strumenti e attività immateriali tecnologicamente avanzati (software 4.0) è fissato al 20% del costo fino ai costi ammissibili massimi di 1 milione di EUR. A partire dal 2023, le azioni di credito d’imposta per l’acquisto di software 4.0 prevedono una progressiva diminuzione del 20% in caso di acquisto effettuato nel 2023. La misura è intesa a sostenere le imprese nel processo del 50% delle spese ammissibili e fino ad un limite massimo annuo di 300.000 per le microimprese e le piccole imprese. Il 40% delle spese ammissibili entro il massimale annuo di 250 000 per le medie imprese. Il 30% delle spese ammissibili entro il massimale annuo di 250 000 per le grandi imprese.

“Piano Nazionale Impresa 4.0” Big data and data analysis; cloud and fog computing; cyber security; simulazione e sistemi cyber-fisici; prototipazione rapida; sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (rv) e realtà aumentata (ra) Robotica avanzata e collaborativa; interfaccia macchina umana; integrazione digitale dei processi aziendali. Sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese minime di alloggio necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità. Sono ammissibili anche le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, noleggio, spese generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno partecipato alla formazione.

Leggi il documento originale su: SOFTWARE SICUREZZA SUL LAVORO E GESTIONE DELLA QUALITÀ: LE GRANDI OPPORTUNITÀ TRA PNRR E LEGGE DI BILANCIO