Decreto Aiuti bis: il Governo italiano è al lavoro per emanare nuove misure contro il caro energia

Con il Decreto Aiuti bis si ipotizza l’estensione del taglio delle accise fino a settembre, lo sconto sui carburanti di 35 centesimi al litro, nonché una proroga sull’intervento delle bollette.

Per contrastare il caro energia (benzina e diesel hanno superato i due euro al litro), il provvedimento prevede uno stanziamento fino a 7 miliardi, soprattutto per bollette di gas, luce e carburante.

Le misure, ora allo studio a Palazzo Chigi, dovrebbero entrare in vigore entro le prossime due settimane. Le imprese, in grave difficoltà a causa degli aumenti, hanno visto salire i costi dell’elettricità mediamente del 61%, mentre quello del gas del 21%.

A partire dalla prossima settimana, il Governo potrebbe dichiarare lo stato di allarme a causa della chiusura dei rubinetti del gas della Russia.
Rispetto al totale di 7 miliardi, quasi 2,5 miliardi potrebbero servire per protrarre fino all’8 settembre lo sconto su accise e Iva per tutta l’estate. La restante parte potrebbe invece essere necessaria per finanziare una proroga del taglio degli oneri di sistema che, in scadenza a fine mese, gravano su famiglie e imprese.

Leggi il documento originale su: Aiuti bis, Il Governo a lavoro per prorogare gli sconti su bollette e carburanti