Il cloud come ecosistema strategico per l’innovazione e la crescita

Quando Deutsche Börse ha intrapreso il suo viaggio verso il cloud nel 2016, ha affrontato la migrazione come un modo per creare crescita e innovazione aziendale, piuttosto che come un semplice miglioramento dell’IT.

Il Chief Information Officer e Chief Operating Officer Christoph Böhm ha parlato per la prima volta con McKinsey di quel viaggio all’inizio del 2020. In questa intervista successiva, Böhm approfondisce i vari aspetti della migrazione in corso dell’azienda, come il modo in cui ha creato una pipeline di migrazione, apportato modifiche organizzative e misurato il successo.
Parlando con Harald Kube e James Kaplan di McKinsey, Böhm spiega anche perché la migrazione al cloud è stato il prossimo passo logico per favorire l’innovazione e la crescita. Quella che segue è una versione modificata della loro conversazione.

Christoph Böhm: Riteniamo che il time to market e la scalabilità dei servizi tecnici siano fattori cruciali per le nostre strategie di crescita e innovazione. Molte tecnologie recenti, come blockchain, big data, machine learning e intelligenza artificiale, possono esistere solo in modo significativo su un cloud pubblico. Ci siamo resi conto che un ecosistema cloud che offrisse questi servizi su richiesta e su larga scala era strategicamente importante per noi e forniva molto più che guadagni di efficienza grazie all’elasticità.
Per massimizzare questi vantaggi, abbiamo collaborato con leader di mercato dell’hyperscaling innovativi che offrono un’ampia gamma di servizi nel pieno rispetto delle normative locali.

Leggi il documento originale su: The cloud as a strategic ecosystem for innovation and growth