Rischi e costi del cambiamento climatico: un nuovo strumento per guardare al futuro

Il cambiamento climatico e i suoi impatti sono al centro delle questioni globali di oggi. Oggi più che mai, per prendere decisioni informate ed efficienti che aiutino a costruire un futuro migliore è necessaria una combinazione di dati scientifici affidabili e di strumenti innovativi e intelligenti per analizzarli e dar loro un senso. Questo è ora possibile grazie al Climate Change Impact Scenario Explorer: uno strumento basato sul web che consente a utenti esperti e non di valutare gli impatti economici previsti dei cambiamenti climatici in tutti i Paesi dell’UE in una varietà di settori diversi: dalla silvicoltura alla pesca, dall’agricoltura ai trasporti e all’energia, solo per citarne alcuni.

Lo strumento, sviluppato nell’ambito di COACCH (CO-designing the Assessment of Climate CHange costs), un progetto Horizon2020 coordinato dal CMCC, funziona combinando diversi set di dati e scenari sviluppati nell’ambito del progetto per consentire sia analisi approfondite che panoramiche generali, che possono essere facilmente lette e scaricate dagli utenti. Inoltre, le proiezioni future possono arrivare fino all’anno 2070.

Il più innovativo e utile tra i numerosi risultati generati dal progetto COACCH, il Climate Change Impact Scenario Explorer, è una piattaforma online interattiva e di facile utilizzo, con dati ad accesso libero forniti dalla ricerca del progetto, che può essere utilizzata per esplorare e combinare diversi scenari climatici per l’UE. I risultati di COACCH si estendono su più dimensioni: spazio (Paesi-regioni), tempo (anni), scenari (combinazioni di SSP e RCP) e impatti dei cambiamenti climatici. Sulla piattaforma, gli utenti possono scegliere tra due diverse visualizzazioni dei dati: le mappe, che enfatizzano e riassumono la distribuzione spaziale degli impatti, e i grafici, che consentono di esplorare in modo più specifico altre dimensioni. Una guida di facile utilizzo è disponibile per guidare i visitatori attraverso la piattaforma, insieme a due video tutorial specifici.

In particolare nel suo programma di ricerca e innovazione Horizon 2020, la Commissione europea ha ripetutamente sottolineato che il coinvolgimento delle parti interessate è fondamentale per sostenere la valutazione dei rischi legati al cambiamento climatico e il processo decisionale. Durante lo sviluppo e la consegna dei risultati della ricerca, compreso lo Scenario Explorer, il progetto COACCH ha utilizzato un processo innovativo di co-progettazione, co-produzione e co-diffusione delle conoscenze. Questo approccio comporta un cambiamento importante rispetto ai precedenti studi europei sui costi economici del cambiamento climatico, che sono stati condotti a livello scientifico e hanno utilizzato il coinvolgimento delle parti interessate solo per comunicare i risultati. Per fare il punto su questo processo innovativo, il team di COACCH ha prodotto linee guida dedicate alla co-progettazione, facilmente accessibili dal sito web.

Secondo l’ultimo rapporto dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), i punti di svolta sono “una soglia critica oltre la quale un sistema si riorganizza, spesso in modo brusco e/o irreversibile”. In altre parole, si tratta di punti di rottura climatici o ecologici che, una volta raggiunti, rendono necessaria una riorganizzazione dei sistemi socio-economici per sopravvivere, ad esempio, la deforestazione estrema dovuta all’aumento delle temperature o lo scioglimento delle calotte antartiche. Sulla base di questo termine ormai ampiamente utilizzato, il progetto COACCH ha sviluppato un nuovo concetto che potrebbe cambiare l’angolazione con cui vediamo e affrontiamo gli impatti dei cambiamenti climatici: i punti critici socio-economici (SETP). Questa idea riconosce che anche un cambiamento climatico graduale può alterare bruscamente e in modo significativo il funzionamento dei sistemi socioeconomici, con conseguenti costi economici importanti, soprattutto a livello locale. Questi cambiamenti possono verificarsi direttamente in Europa, ma possono anche coinvolgere eventi globali che successivamente si ripercuotono in Europa.

Leggi il documento originale su: Risks and costs of climate change: a new tool to look into the future